venerdì 9 febbraio 2018

Aria di ferie: andiamo in Puglia

Maldive del Salento
Maldive del Salento
Sento in giro gente che parla di ferie, vedo post che publicizzano resort, appartamenti, campeggi, ricevo mail a tema, insomma è ora di iniziare a pensare alle ferie estive. Io non sono una solerte prenotratrice, apprezzo l'improvissazione, ma ammetto che mi muovo anche in periodi che lo consentono...bando alle ciance, se urge prenotare, guardiamoci intorno. 
Oggi ho scelto la Puglia, negli ulimi anni ci sono stata per ben tre volte, non consecutive, ultimamente è una meta molto amata e diciamocelo, se lo merita. 
ponte Ciolo
Ciolo
Della Puglia posso dire un gran bene, sperando di fornire suggerimenti a chi fosse interessato a questa magica regione, noi  (carovana di due famiglie con figli ) il primo anno abbiamo scelto la meta più lontana, della serie più giù non si può, alloggiavamo infatti a Gagliano del Capo  "Santa Maria di Leuca" presso il  camping omonimo  www.campingsmleuca.com in cui ci siamo trovati benissimo, certo non è sul mare,  ma il nostro programma prevedeva una spiaggia nuova ogni giorno, quindi problema risolto.

gallipoli
Gallipoli
Ogni mattina lasciavamo le nostre mobilhome scegliendo tra mar Adriatico o Ionio (che si incontrano, ma non si mischiano, a Punta Ristola, da vedere assolutamente) a seconda del vento o dell'ispirazione del momento e così siamo stati alle famose Maldive del salento, a Gallipoli nel centro storico, ma anche a fare il bagno alla spiaggia della Purità o Puritate,  a Torre Mozza, a Ciolo dove i più spericolati si lanciano da rocce altissime a picco sull'insenatura, a Otranto con il centro storico che è un gioiellino e il mare limpido e caldo, poi siamo stati alla Grotta Zinzulusa (di cui ho parlato anche qui a visitare le grotte) abbiamo visitato Santa Cesarea Terme dove abbiamo pranzato con delle superbe Pucce (un pane locale farcito al momento),  per la gita culturle la scelta è caduta su Lecce che  ci ha affascinati, il caldo è stato un po' meno generoso, ma ne è comunque valsa la pena.
Lecce
Lecce
Del giro in Salento abbiamo tutti ottimi ricordi, le cene a base di pesce comprato sul molo a Gallipoli per cifre inimmaginabili al nord,  al banchetto, così ricco che ci hanno dovuto fare i pacchetti da portare a casa,  nel ristorante consigliatoci in campeggio www.mangiamare.it, all'olio che ancora ordiniamo da Forestaforte, scoperto uscendo dal camping in cerca di olio per cucinare. 

Per raggiungere il Salento abbiamo voluto inserire una tappa sia in andata che in ritorno, da casa nostra sono più di 13 ore, così scendendo abbiamo scelto Pescara (un Bed and breakfast in città che non ci ha soddisfatti) mentre salendo abbiamo scelto un agriturimo a Sant' Arcangelo di Romania www.palazzoastolfi.it che a fronte di una cifra contenuta ci ha stregati.


Peschici by night
Peschici
S Michele Arcangelo
Per il secondo viaggio in Puglia abbiamo deciso di fermarci all'inizio scegliendo Peschici nel gargano, anche qui in campeggio, anche qui in carovana, questa volta in una casa in muratura, al www.villaggioialillo.it il campeggio semplice e poco blasonato ci ha fatti sentire ospiti graditi e coccolati, la vista su peschici impareggiabile.Anche questa parte di Puglia ci è piaciuta moltissimo, siamo stati molto bene, la giornata era organizzata diversamente, le case a ridosso della spiaggia ci hanno consentito una routine più statica, ma essendo dei giroloni non ci siamo accontentati della baia vicino a casa e ci siamo lanciati alla scoperta del circondario, abbiamo quindi attraversato la www.forestaumbra.com, abbiamo visitato Monte Sant'Angelo, un semplice paese bianco con un'incredibile Santuario e un panorama mozzafiato, abbiamo poi esplorato la costa fino oltre Vieste, sia da terra che via mare, in una gita con motobarca vittorio fatta nell'ultimo giorno di vacanza e impresssa nei nostri cuori.
Nelle nostre zinagarate lungo la costa del Gargano abbiamo avuto modo di mangiare al  Trabucco da Mimì di cui ho già raccontato qui il trabucco, altra bellissima esperienza. mentre come sfondo dei nostri cellulari per moltissimo tempo la faceva da padrona la spiaggia Vignanotica.
Vignanotica
Vignanotica

Ostuni
Costa Merlata 

Alberobello
Alberobello
L'ultimo, per ora, giro in Puglia ci ha portati ad Ostuni,  o meglio sul suo litolare, altra zona, altra costa, altro panorama, qui niente spiaggioni o ampie baie, la costa è alta e frastagliata con piccole spiagge riparate che sembrano quasi piscine e con l'acqua limpida. Purtroppo gli scogli sono un po' trascurati e si trova immondizia sparsa che intristisce luoghi favolosi. Anche qui in carovana, anche qui in campeggio www.lamaforca.it, posto tranquillo (a settembre) con strutture semplici, ma ci siamo sentiti benvoluti. Per problemi di disponibilità ci siamo potuti fermare solo una settimana, le nostre scorribande sono state quindi limitate dal tempo, ma comunque interessanti. Oltre ad Ostuni, tutta bianca affacciata su una distesa di ulivi, abbiamo scelto di visitare Le grotte di Calstellana, di cui ho parlato qui visitare le grotte, la famosissima Alberobello, Polignao a Mare ovvero la città di natale di Modugno di cui ho avuto modo di parlare qui. In programma c'era una visita alle saline di margherita di savoia da fare nel trasferimento tra il campeggio della prima settimana e quello della seconda, ma non siamo riusciti ad incastrare i tempi purtroppo.

Polignano
Polignano
Per la seconda settimana siamo tornati sul Gargano, in un campeggio più famoso e blasonato di quelli precedenti, baia bellissima, villaggio ricco di servizi per gli ospiti, ma le case che hanno destinato non corrispondevano esattamente a quelle prenotate, c'era poca chiarezza nel sito, la cosa ci è dispiaciuta, abbiamo fatto le dovute rimostranze, la settimana è trascorsa egualmente bene, ma ci è spiaciuto un po' il villaggio è www.villaggiomanacore.it, (per amor di verità dico che le piantine delle case sono state "corrette"). Da qui non ci siamo mossi moltissimo, le zone vicine le avevamo gia' visitate  ad eccezione di qualche giro a Vieste e Peschici ci siamo goduti spaiggia e mare, avremmo voluto fare la gita alla isole Tremiti, ma il mare era parecchio mosso, ci siamo quindi divertiti a giocare con le onde, ma abbiamo preferito non affrontarle.


Vieste
Vieste 
Per il ritorno da questo ultimo tour non abbiamo fatto tappe, mente all'andata abbiamo scelto come sosta, ne ho anche parlato nel blog, Urbino che oltre ad essere bellissima si trova proprio a metà del percorso.
Che altro dire, questo è un assaggio di quello che offre questa meravigliosa regione adatta a chi ama le visite culturali, a chi vuole immergersi nella natura e a chi ama il mare e la vita da spiaggia a chi cerca il buon cibo.
La mia lista dei desideri per quanto riguarda la Puglia è ancora bella nutrita, ci sono tra gli altri Castel del monteTrani, le saline di Margherita di Savoia, le spiagge di punta prosciutto, baia dei turchi e tutti quei paesi chi si incontrano negli spostamenti  belli da scoprire affidandosi un po' al caso, insomma mi auguro di aver occasione di tornare.
Spero che questo breve resoconto di tre esperienze fornisca spunti o conferme per trascorre belle giornate.

andiamo a ...al Lago d'Orta

Il Lago visto dal Santuario della madonna del Sasso Sfogliando alcune vecchie fotografie mi sono accorta di quante ne abbia con il...

post più popolari