sabato 21 marzo 2015

Andiamo all'Acquario di Genova

GenovaDopo sette anni, abbiamo deciso di tornare in visita all'acquario di Genova, così scelta la domenica ci siamo organizzati per la gita.
Con noi questa volta zii e cugini, un bel gruppone di 9 persone e due auto che di buon ora hanno lasciato casa.
Fortuanatamente non abbiamo trovato coda in auotstrada e per le 10.30 siamo arrivati a Genova, siamo usciti dall'autostrada a Genova Ovest ed abbiamo imboccato la sopraelevata che in brevissimo tempo ci ha condotti al porto ed al parcheggio per le auto (a pagamento) facendoci ammirare dall'altro una enorme nave da crociera e il sommergibile S518 Nazario Sauro
Con una breve passeggiata sul molo siamo arrivati all'ingresso dell'acquario, dove c'era una bella coda per fare i biglietti, noi avendoli presi con i punti Esselunga non avremmo dovuto farla, ma gli zii erano sprovvisti di biglietto (l'offerta famiglia 2 adulti 3 ragazzi, non è acquistabile via internete ed il perchè rimane un mistero), quindi bighellonando per il porto abbiamo atteso il momento di entrare.
All'ingresso lo zio ha comprato un libretto che spiega tutto cio' che si vede all'interno dell'acquario e pagando si possono depositare giacche e zaini al guardaroba, sempre all'ingresso ci hanno fatto una foto in mezzo ai pinguini di cartone (che si può comprare in vari formati a fine percorso) e da li si è aperto il mondo sommerso.
Acquario di Genova
Anche con parecchia gente, con un po' di pazienza si riesce ad ottenere un posto di tutto rispetto davanti ad ogni vasca, squali, lamantini meduse, piragna, razze, ma anche tartarughe, coccodrilli e delfini ormai non hanno più segreti per noi.
Il percorso è lungo, bello ed articolato, in corrispondenza di ogni vasca ci sono le inidcazioni per conoscere gli abitanti, diversi pesci si possono osservare prima da un punto di vista sottomarino e al termine del giro si possono guardare le vasche dall'alto, cambiando prospettiva.
Acquario di GenovaA circa metà giro c'è una zona ristoro, con un piccolo bar e uno spazio per consumare il pranzo al sacco, sono un po' sottodimensionati, ma forse il vento che sferzava all'esterno aiutava a vederli più congestionati perchè la parte esterna, bella e panoramica risultava poco praticabile.  Piantina percorso Acquario
La seconda parte della visita  è molto apprezzata dai bambini, ci sono infatti le vasche aperte in cui nuotano le razze che si possono accarezzare, anche gli storioni si possono osservare da molto vicino, a seguire la zona tropicale, la costa rocciosa del mediterraneo, con i suoi abitanti, i coralli e soprattutto l'acquario con i pesci di Nemo uno dei più amati dai bambini insieme a squali e pinguini.

Il giro complessivo è durato per più di due ore, senza mai annoiare, ed è quanto previsto dal biglietto ACQUARIO.
Biosfera GenovaEsselunga offre il pacchetto comprensivo di visita alla BIOSFERA a, ma ha un brutto rapporto qualità/prezzo....è infatti molto piccola e chiedono 5€ per gli adulti e 3€ per i bambini anche se ha dei simpatici abitanti.
Sul sito c'è una vasta offerta che consente di organizzare la visita secondo i propri desideri, per una famiglia ha un costo notevole, ma è una gita interessante.

Al termine del tour avevamo due fazioni interne con desideri differenti, metà gruppo desiderava andare a fare due passi lungo il mare mentre l'altra metà preferiva una visita a Eataly, che è proprio li davanti. 
Ammaliati dal primo sole abbiamo scelto il mare, ma a Genova e dintorni in moltissimi hanno fatto la nostra stessa scelta, così ci siamo dovuti “accontentare” di un gelato al volo, perchè parcheggiare due auto risultava un impresa disperata.


lunedì 2 marzo 2015

Andiamo a Gardalad


agricampeggio
Come regalo di compleanno collettivo per i bambini nostri e dei nostri amici, abbiamo organizzato un fine settimana a Gardaland Gardaland, qualche anno fa abbiamo infatti deciso di regalare loro esperienze, tutti insieme appassionatamente, ed emozioni al posto di oggetti e pare lo gradiscano.
Siamo quindi partiti da casa un sabato mattina di luglio, per ora pranzo eravamo a Lazise presso  un piccolo agricamping in cui abbiamo soggiornato affittando una Mobilhome il giardino degli ulivi, per noi adulti e lo spazio per una tendina, in cui hanno dormito i bambini aggiungendo fascino all'avventura.
Il fatto che il camping fosse AGRI lo testimonaviano polli e galline in giro liberi, anche questi apprezzatissimi dai bambini, un posto piccolo, ma confortevole ed accogliente.


L'idea originale era TUTTI IN TENDA, ma cio' avrebbe comportato un notevole aumento di volume dei bagagli e nessun risparmio economico, alla fine per non prendere pentolame e affini avremmo dovuto cenare in qualche locale, facendo impennare i costi.

Sistemate quindi le nostre cose il pomeriggio lo abbiamo trascorso giocando e rilassandoci in piscina, quella del camping situata a pochi passi dalla nostra “casa”, ci siamo poi gustati una graziosa cena all'aperto (cucinata da noi ) e ci siamo organizzati per la notte.

domani andiamo a
Proprio quando i bambini erano tutti allineati in tenda pronti a dormire sono arrivati lampi e tuoni facendoci temere di dover dormire tutti pigiati come sardine dentro alla mobilehome, ma per fortuna con 4 gocce in croce si è risolto il temporale.
ingresso GardalandAl nostro risveglio una bella colazione come da tradizione vacanziera e, una volta fatti i panini e riassettato la casa, abbiamo raccolto le nostre cose e ci siamo recati al tanto atteso parco dei divertimenti.
Lazise è molto vicina a Gardaland, ma il gentilissimo gestore dell'Agracamping ci ha consigliato strade diverse alla trafficatisima SR 249, consentendoci di raggiungere velocemente e senza intoppi la nostra meta, oltretutto passando da Colà si arriva proprio ai parchegggi di Gardaland e non al cancello di ingresso che è la meta a cui puntare solo dopo aver parcheggiato l'auto.
Avendo preso i biglietti a casa, utilizzando la raccolta punti di Esselunga non abbiamo nemmeno dovuto fare la coda all'ingresso del parco (e non abbiamo speso nulla, che non guasta mai)  da li è stato solo divertimento puro.
vulcano Gardaland
Per prima cosa abbiamo visitato le attrazioni acquatiche, così da poter essere asciutti al calar del sole e poi le altre ascoltando i desideri di ciascuno.
La nostra attrazione preferita è stata JUNGLE RAPIDS non fa paura e possiamo stare tutti insieme a ridere di chi finisce sotto la cascata o si prende lo schizzo più grande.
Poi ci sono i più avventurosi del gruppo, i più fifoni, di cui io sono il capo, i picoli......quindi la giornata è proseguita con separazioni e unioni a seconda delle esigenze e della lunghezza delle code.
Facendoci fare un timbro sulla mano all'ingresso siamo potuti andare al parcheggio a recuperare il nostro pranzo al sacco (un genitore per famiglia) grande possibilità di risparmo di tempo non dovendo fare la coda ai punti ristoro e denaro, oltretrutto nel parco sono presenti molti posti in cui consumarlo comodamente.
Quando eravamo ormai tutti esausti di camminare ci siamo intruppati per l'uscita ed il ritorno a casa, erano circa le 20.
Direi che è stato un bel regalo per i nostri figli, ma anche per noi adulti. 

andiamo a ...al Lago d'Orta

Il Lago visto dal Santuario della madonna del Sasso Sfogliando alcune vecchie fotografie mi sono accorta di quante ne abbia con il...

post più popolari