mercoledì 23 gennaio 2019

Domani andiamo... Dove ci pare con i bambini

domani andiamo a
RIPATRANSONE - ASCOLI PICENO 

viaggiare con i bambini

In questi giorni ho letto spesso domande di genitori perplessi, preoccupati o spaventati dall'idea di viaggiare con i propri bambini, così ho pensato di affiancare alle apprensioni la mia esperienza... in fondo i miei figli sono sopravvissuti e cresciuti senza apparenti traumi.
Partirei con il dire che, a mio modo di vedere, l'unico limite ad intraprendere un viaggio con dei bambini sia la tranquillità dei genitori o di chi li accompagna.
Per esempio io ho delle difficoltà a volare, con le attenzioni di mio marito tutte per me sono riuscita a gestire questo malessere, ma e i miei figli per ora hanno affrontato una sola vacanza in aereo,  l'ostacolo sono io, non loro. Non essendo a mio agio trasmetto, mio malgrado, la mia preoccupazione, quindi fino ad ora ho evitato il più possibile. A loro è piaciuta l'esperienze a continuano a proporre mete raggiungibili solo dal cielo.
domani andiamo a
CATELNUOVO DEL GARDA -VERONA

la prima vacanza 

La sua prima vacanza mia figlia l'ha affrontata a 3 mesi di vita, un viaggio di 600 km in auto, nell'estate più calda degli ultimi 100 anni,  siamo partiti rispettando i suoi orari dei pasti e non si è mai lamentata.
Mio figlio invece , in qualità di secondogenito si è vinto un giro a Gardaland con soli 40 giorni, con tanto di signora nel parco che mi ha apertamente criticata per la scelta, lui è stato benone dentro alla sua carrozzina un po' con mamma e un po' con papà, accudito e coccolato.

mangiare a zonzo 

Quando siamo in giro siamo soliti mangiare in modo semplice, organizzandoci in autonomia con panini o simili, assaggiando street food reperibile in loco e ogni tanto scegliamo un ristorante o una trattoria, per i bambini non è mai stato un problema, nemmeno all'estero,
Anche in fase di svezzamento non ci siamo fermati, un minimo di organizzazione, un termos e il pranzo è servito.

passeggio o passeggino

domani andiamo a
PARCO NAUTARALE delle LAME DEL SESIA - VERCELLI
Ho sempre trovato estremamente faticolo portare i bambini in braccio o a spalle, con l'aiuto di un buon passeggino, capace di accogliere il bambino in modo confortevole nelle varie fasi della giornata, il nostro ammortizzato, con ruote alte e gonfiabili, adatto a noi come genitori ci ha accompagnati in passeggiate nei luoghi più disparati, offrendo al suo trasportato il giusto comfort.
All'abbandono del passeggino ci siamo posti un po' di problemi su come affrontare le visite che prevedevano lunghe camminate, una buona soluzione può essere la bicicletta girare su due ruote rende tutto più divertente e meno noioso.

domani andiamo a
OTRANTO -LECCE

visite con lunghe camminate

Per quanto riguarda visite di città o luoghi in cui camminare parecchio la strategia scelta è quella di interessare i bambini alla visita che si sta per compiere e magari seguire un itinerario intervallato da attività che interessano il bambino.
Certo magari non si riescere a fare tutto quello che si deisdera, ma i bambini hanno una capacità di emozionarsi che lasciarsi contagiare da loro ripaga delle occasioni perse.
domani andiamo a
RIFUGIO CITTA' DI FIUME - BELLUNO

Un altro buon sistema per non farli annoiare è viaggiare in gruppo, più bambini insieme sanno farsi compagnia e accettano più facilmente le fatiche, le escursioni  in montagna con una comitiva  di bambini è molto più semplice che con uno solo, per esempio.
domani andiamo a
MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA - TORINO

LABIRNTO DEGLI SPECCHI - PRAGA

Musei, momumenti senza noia

Anche i musei li abbiamo sempre affrontati cercando di interessare e stuzzicare la curiosità dei bambini  verso l'oggetto della visita programmmata, raccontando loro qualcosa prima di compiere la visita, come aneddoti, storie o guardando cartoni animati relativi all'argomento (Notre Dame a Parigi aveva un fascino particolare vista il giorno successivo alla proiezione privata del cartone Disney "Il gobbo di Notre Dame") .
 C'è anche  da dire che molti musei ormai hanno programmi per bambini estremamente interessanti e le audio guide che consentono di soffermarsi solo sulle cose che interessano aiutano a vivere una bella esperienza.

dove alloggiare 

domani andiamo a
MERANO 
Per quanto riguarda la scelta della tipologia di soggiorno non  siamo soliti andare in hotel, per nostro gusto personale, quando ci è successo abbiamo trovato disponibilità e attenzione da parte delle strutture senza incorrere in difficoltà insormontabili.
Le strutture che preferiamo sono i campeggi, offrono soluzioni sempre più confortevoli, sia in Italia che all'estero, per i bimbi il campeggio è una gioia, possono stare fuori, socializzare e mantenere i ritmi desiderati, certo deve piacere ai genitori.
Diverse vacanze itineranti le abbiamo affrontate noleggiando un camper, in quel modo, avendo libertà di movimento e di azione anche girare l'Olanda è stata un'esperienza interessante con un bambino di due anni e mica servono per forza mezzi enormi, anche in viaggio il minimalismo ha il suo perchè.
domani andiamo a
VENEZIA
Altra soluzione salva famiglia è l'affitto di un appartamento, che con l'ausilio della tecnologia è facile da trovare in ogni dove.

Meteo nemico o amico?

Un altro problema  che solitamente si pongono i genitori è quello legato alle temperature, alla situazione meteorologica, ma mi rifarei al fondatore degli scout che diceva che "non esiste buono o cattivo tempo, ma solo buono o cattivo equipaggiamento" quindi coprendosi o scoprendosi nel modo adeguato si può affrontare anche il meteo avverso in tranquillità e allegria.
domani andiamo a
PANORAMICA ZEGNA - BIELLA

Come dicevo all'inizio i mie figli sono sopravvissuti alle esperienze affrontate, i bambini hanno molte più risorse degli adulti e nessun preconcetto, lasciamoci guidare da loro e divertiamoci insieme a scoprire il mondo.

Buon viaggio, buona gita, buona vacanza, buon week end, buona avventura.




domenica 6 gennaio 2019

andiamo a Venaria Reale


offerta imperdibile a Venaria 


fontana del cervo
Fontana del Cervo
In più occasioni ho desiderato compiere con la mia famiglia una visita a Venaria Reale, ma ogni volta qualcosa ci portava a cambiare programma, in queste vacanze di Natale senza neve la proposta è tornata in auge ed è stata accolta positivamente, così ho iniziato a consultare il sito ufficiale alla ricerca della giornata ideale per la nostra gita, con sommo stupore mi sono imbattuta in un regalo natalizio di Venaria ai visitatori: ingresso a 1€ per la sera del 27 dicembre. Data scelta!
vita a Venaria Reale
Quest'offerta non prevedeva l'acquisto del biglietto on-line e memore delle code infinite in occasioni speciali la cosa mi preoccupava un pochino, abbiamo deciso di tentare comunque, così alle ore 17 del 27 dicembre 2018 sono entrata in una deserta biglietteria pronta ad acquistare i biglietti che dalle 19 in poi ci avrebbero consentito l'ingresso.

La reggia di Venaria 

domani andiamo a

Per chi non lo sapesse Venaria Reale è una delle residenze Sabaude che si trovano nel circondario di Torino, un luogo destinato al piacere e alla caccia, la cui costruzione ha preso il via a metà del 1600, un progetto ambizioso che ha subito nei due secoli successivi stravolgimenti del progetto iniziale senza tuttavia modificarne la natura, fino all'arrivo delle truppe napoleoniche, all'inizio del 1800, con la sua conseguente trasformazione in caserma.

domani andiamo a
Easy rider a Venaria
Il declino della reggia è stato inesorabile per un lungo periodo fino all'avvio dei lavori di restauro nel 1999 e l'apertura al pubblico nel 2007.

Attualmente all'interno del palazzo si svolgono mostre e manifestazioni a carattere temporaneo, durante la nostra serata abbiamo avuto l'opportunità di visitare anche quelle presenti al momento, consapevoli di non avere il tempo necessario per vedere tutto abbiamo optato per   cani in posa, una simpatica collezione di opere d'arte con i cani come protagonisti e easy rider dedicata al mondo delle motociclette, sul sito www.lavenaria.it è possibile conoscere le mostre in corso.
domani andiamo a
Galleria grande
Il resto della serata è stato dedicato al palazzo con i suoi appartementi reali, la famosa galleria grande che collega l'appartamento destinato al Re con quello quello dell'edere al trono, la sala di Diana, la cappella di Sant'Umberto e alle opre esposte nelle varie zone del palazzo in collaborazione con la Accademia Albertina e i Musei Reali.

chi può visitare Venaria Reale

domani andiamo a
Appartamenti reali
Consiglio a tutti la visita a questo luogo, le proposte per accedervi a seconda delle singole esigenze sono moltissime, ci sono offerte pensate per le scuole e per le famiglie, carte che consento sconti come  la royal card, o la tessera FAI,  insomma le opportunita' non mancano.

Tirando le somme di questa esperienza potrei dire che l'iniziativa è stata accolta positivamente, la coda all'ingresso lo ha dimostrato agli avventori, Venaria con il buio suggerisce il sapore delle serate mondane ai tempi d'oro.
L'unica "pecca"  dell'apertura serale è l'impossibilità di visitare i giardini reali, fiore all'occhiello della Reggia, unitamente alle scuderie ed alla fontana del Cervo ciò significa che restano tra i desideri per il futuro, certamente torneremo a scoprirli magari unendo alla visita il Castello della Mandria








andiamo a ... saltare sui tappeti elastici

Bounce - Torino Settembre è iniziato, si possono ancora trascorrere all'aperto le giornate di bel tempo, ma è opportuno iniziare ...

post più popolari