lunedì 20 giugno 2016

aria di festa

Ci siamo capitati per caso, di ritorno da un giro all'estero, dopo aver visto il prezzo del prosciutto crudo italiano in un supermercato austriaco siamo stati invasi dal desiderio fortissimo di una merenda d.o.c., buttando un occhio alla cartina ci siamo accorti che una deviazione di qualche km ci avrebbe condotti dritti a San Daniele del Friuli, così abbiamo deciso.
San Daniele del Friuli
In pochi minuti abbbiamo verificato l'esistenza di un area camper in paese, tutto perfetto, abbiamo calcolato che saremmo arrivati nel pomeriggio e così è stato, abbiamo pensato di fare un giro per il paese, comprare il prosciutto, trascorrere li la notte e l'indomani puntare al mare, programma perfetto, non avevamo messo in conto il fuori programma, che si è rivelato ancora meglio.
Ale e Franz
Al nostro arrivo il paese era deserto, pieno pomeriggio, caldo, una volta parcheggiato ci siamo diretti in centro e nel giro di pochi minuti abbiamo capito che c'era stata una festa nel fine settimana (era lunedì pomeriggio) non ci è voluto molto per capire che la festa era ancora in corso, bastava leggere i manifesti appesi in giro, e che quella era l'ultima sera. Merenda con pane e prosciutto l'abbiamo fatta comunque e di gusto, poi abbiamo spostato la casa con le ruote, seguendo le indicazioni, nell'affollata area camper e dopo una doccia ci siamo lanciati nella mischia. 
Farmacia per golosiTutto il centro storico del paese viene coinvolto dall'evento, sparsi per vie e piazze ci sono punti con tavoli e panche liberamente fruibili e poi disseminati gli stand gastronomici in cui acquistare cibo e bevande, per lo più prosciutto e birra, da consumare dove si preferisce, poi ci sono i palchi per concerti e spettacoli con nomi importanti e completamente gratuiti. concerti edizione 2016 
Noi abbiamo potuto assistere allo spettacolo di Ale&Franz, che io tanto ammiro.
Una sagra per tutti dove si cammina, si assiste agli spettacoli, si incontrano persone, si beve bene, si mangiano cose buone e si trovano informazioni turistiche che fanno venire voglia di tornare. 
Ci è piaciuta moltissimo questa festa che nel 2016 si svolgerà tra il 24 ed il 27 giugno...peccato non poterci tornare. www.ariadifesta.it


venerdì 17 giugno 2016

...se arriva il caldo, andiamo in piscina

Qui al nord non abbiamo acora avuto l'onore di gustarci il caldo estivo, per ora solo qualche giornata qua e la intervallate da tanta pioggia, ma prima o poi il sole arriverà, quindi è meglio prepararsi.
tartaruga ZoomUna simpatica idea per miscelare una gita fuori porta ad un bagno in piscina l'hanno avuta quelli di Zoom, il nuovo bioparco vicino a Torino. 
Noi ci siamo stati la scorsa estate, i bambini erano andati a visitarlo in gita scolastica e sono stati omaggiati di biglietto sconto, così portare l'intera famiglia è stato un po' meno dispendioso, in ogni caso ci sono parecchie convenzioni, tra cui i punti esselunga, che ci aiutano a risparmiare e sul sito di zoom www.zoomtorino.it ci sono suggerimenti su come spendere un po' meno, giornate in promozione e affini.

GIraffa ZoomIl bioparco è il cugino del vechio zoo, solo che qui gli animali non stanno chiusi in gabbie anguste, ma hanno ampi spazi che riproducono il loro abituale ambiente di vita, atttorno a cui è costruito il percorso pedonale che consente di conoscerli, ammirarli, spiarli e fotografarli.


Piscina Pinguini ZoomAl centro di tutta questa struttura è stata realizzata una piscina con la singolare caratteristica di essere attigua al quella dei pinguini e le due sono separate da un vetro per cui è possibile nuotare accanto ai pinguini.


rapaci ZoomLa trovata è simpatica, la piscina non è molto grossa, ma circondata da ampi spazi verdi su cui prendere il sole o riposare, c'è anche un angolo spiaggia con sabbia ed ombrelloni, ovviamente il tutto è corredato da strutture di ristoro e servizi igienici/spogliatoi, parco giochi ombroso per bimbi piccoli e più grandicelli. 
Non si è obbligati ad acquistare il biglietto per la piscina, ma incide poco sul prezzo e in un caldo pomeriggio estivo ha il suo perchè.

Con il biglietto di ingresso è possibile assistere allo "spettacolo" dei rapaci e curiosando sul sito mi pare di aver capito che ora è possibile acquistare l'opzione "falconiere per un giorno" come altre esperienze extra. extra-experience

Tigri ZoomArrivare non è difficile, ci sono le indicazioni sull'autostrada, si trova in un luogo abbastanza isolato in mezzo alla campagna e c'è un ampio parcheggio da cui si raggiunge a piedi l'ingresso, i più mattinieri possono sperare di posteggiare vicino ai cancelli, noi non apparteniamo a questa categoria. 
C'è anche lo spazio destinato alla sosta dei camper....insomma non ci sono scuse, buon giro a Zoom....

sabato 4 giugno 2016

provenza e costa azzura


Sta arrivando il momento più suggetivo per visitare il sud della Francia, i paesaggi affascinanti e rilassanti non possono che migliorare tinti dal viola della lavanda. Noi non riusciamo a fare le vacanze a luglio per cui ci siamo dovuti "accontentare" di questo bellissimo assaggio di provenza a settembre.

Avignone
Avignone

Ci siamo organizzati così: abbiamo stabilito il campo base ad APT, al centro del Luberon, in un semplice, ma confortevole campeggio (Camping Luberon) al margine della città, con spettacolare vista su SAIGNON e da qui per una settimana  abbiamo esplorato i dintorni. 


Le nostre mete sono state:
AVIGNONE, con il suo famoso ponte crollato e l'ancor più famoso PALAIS DES PAPES e la sua vitale energia di città universitaria. Si è dimostrata una città affascinante, ma anche facilmente visitibile per famiglie come le nostre, un favoloso trenino ci ha condotti in una visita guidata che ha trovato il favore di tutti, i bimbi felici di essere sul trenino hanno ascoltato volentieri tutta la spiegazione con le loro cuffie (spiegazione in italiano) e noi adulti abbiamo avuto la possibilità di fare un giro della città, ascoltando le spiegazioni, senza rimostranze dei piccoli.



Roussilion
Russillon

ROUSSILLON: abbiamo scelto di visitre l'antico borgo caratterizzato dal colore rosso delle case costruite con la terra locale che abbiamo scoperto, ammirato, vissuto e toccato visitando il canion (sentieri per camminate da 1 a 4 ore, ingresso gratuito, parcheggio a pagamento..... servono abiti comodi e sporcabili) e il museo dell'ocra benvenuti nel mondo del colore- museo dell'ocra

Fontaine de Valcluse
Fontaine de Valcluse

Grandi e piccini sono rimasti tutti affascinati da FONTAIN DE VALCLUSE, località amata e raccontata da Petrarca, con le sue "chiare e dolci acque" che sgorgano da un misterioso buco nella roccia. Il paesino è piccolo ma molto visitato, caratteristico e ben tenuto, è presente un piccolo museo della carta lavorata con l'aiuto di un antico mulino la cui ruota, famosa e fotogratisima, è ancora attiva. Con una gradevole passaggiata si arriva al famoso e misterioso foro nella roccia da cui sgorga l'acqua. fontaine de valcluse


Gordes

Altrettanto affascinanti sono il borgo di GORDES  con le sue case in pietra e il panorama che offre, essendo in alto rispetto alla campagna circostante. Questo paese lo conscono n molti vistyo che vi e' stato ambientato il film Un' ottima annata con Russel Crow e Marion Cottillard.

Da qui in pochi minuti si raggiunge la notissima Abbazia di Senaque molto famosa anche per il campo di lavanda che la incornicia, purtroppo al nostro arrivo era gia stata taglita.

Abbazia di Senaque
Senaque Abbey
Dopo tutte queste giornate di gite culturali e dopo esserci riempiti gli occhi e i ricordi di affascinanti paesaggi siamo scesi sulla costa, per una settimana di mare, complicata da 3 giornate di pioggia consecutive, per il soggiorno marino non abbiamo che potuto scegliere Saint Tropez.
Puntavamo ad un rinomato villaggio (Kon Tiki) affacciato direttamente sulla famosa spiaggia Pampelonne, ma non abbiamo trovato posto così ci siamo accontentati di un campeggio meno blasonato, La croix du sud, la scelta si è rivelata ottima, il campeggio era accogliente e dotato di nuovssime case mobili e di piscina deserta, quindi a nostro uso esclusivo. Unica difficoltà la distanza dal mare, ma con un po' di organizzazione siamo riusciti a gestire i trasferimenti in spiaggia senza troppe difficoltà. 
Saint Tropez
Non contenti di quanto visto durante la settimana precedente, da qui abbiamo esplorato Saint Tropez centro, con la consueta passeggiata ad ammirare le sfarzose barche ancorate al porto, i giocatori di bocce in piazza, i negozi, il centro storico e una ancora più gradita visita con cena a Ramatuelle paese arrocato alla spalle di Saint Tropez. 
Abbiamo visto molto di questo angolo di Francia, ma rimane ancora tantissimo da scoprire, scommetto che torneremo.

andiamo a ... saltare sui tappeti elastici

Bounce - Torino Settembre è iniziato, si possono ancora trascorrere all'aperto le giornate di bel tempo, ma è opportuno iniziare ...

post più popolari