mercoledì 27 febbraio 2019

domani andiamo a Maranello, dove nasce la Ferrari

il mondo ferrari

Monoposto di Raikkonen
Monoposto di Raikkonen
La Ferrari è la Ferrari, conquista e affascina gli appasionati come i profani, gli amanti del lusso, dei rombi di motore, ma strega anche gli amanti delle storie di uomini che inseguono sogni.
Si può andare a Modena ignorando la Ferrari? direi che è praticamente impossibile.
A Modena città si trova il Museo Enzo Ferrari, noi lo abbiamo conosciuto solo esternamente durante la nostra gita modenese, mentre Maranello è dal 1943 la sede dello stabilimento Ferrrari.

Maranello

Maranello è il tipico comune della provincia italiana con un dettaglio interessante, si vedono auto dal rombo importante ad ogni incrocio, cavallini rampanti ad ogni angolo, auto rosse dall'assetto sportivo parcheggiate qua è la, mio figlio aveva gli occhi che ucivano dalle orbite per l'emozione.
Maranello, lo stabilimento
Maranello, lo stabilimento
La scelta di questa sede per lo stabilimento è stata dettata dalla paura che i bombardamenti della seconda guerra mondiale colpissero la Auto Avio Costruzioni fondata da Enzo Ferrari in seguito all'uscita dalle corse dell'Alfa Romeo.

Il museo della Ferrari a Marenello è stata la  nostra ultima sosta prima di rientrare a casa siamo giunti in prossimità della meta a tarda mattinata,  prazo veloce in un bar con vista sull'ingresso del museo e siamo entrati nel sogno.
L'allestimento ripercorre le tappe del cavallino rampante (logo donato a Enzo Ferrari dai genitori del noto aviatore Francesco Baracca che lo aveva scelto come simbolo della 91^ Squadriglia Aeroplani) tramite l'esposizione dei vari modelli da corsa e da strada raccontando aneddoti legati ad essi.
Chi ama le auto, le corse, la formula uno è rapito ed interessato ai mezzi, alla loro evoluzione tecnica ed estetica, vive l'emozione di vedere dal vivo le "rosse" guidate dai più grandi piloti della scuderia.
Chi è meno attratto da questo aspetto segue con passione l'epopea di un uomo e l'origine di un marchio conosciuto ed amato in tutto il mondo.
Oltre che di automobili e motori il percorso è ricco di citazioni e frasi del padre della Ferrari, che accompagnano lungo il percorso.
Alla visita standar è possibile aggiungere una serie di pacchetti opzionali, a pagamento come il simulatore di guida, la foto a bordo di un'auto esposta,  tuor panoramico della pista di Fiorano e della fabbrica e altre opzioni come la simlazione di un pit-stop o giri in auto su strada e su pista, ma è necessario verificare quali siano da prenotare in anticipo.
Ferrari 812
Sinceramente, secondo me, alcune di queste opzioni hanno un costo troppo elevato, capisco che la passione non si ferma davanti a pochi euro, ma sarebbe bello che alcune di queste opzioni avessero un prezzo più popolare.

 Biglietti


monoposto ferrari
monoposto ferrari
I biglietti possono essere acquistati in loco oppure on-line, sono previste riduzioni per bambini sotto i 10 anni, over 65, militari e accompagnatori di disabili oltre a minoi di 19 anni accompagnati da familiari.
Bambini sotto i 5 anni e i disabili hanno accesso gratuito.
Simulatori di guida
Simulatori di guida
Se si è interessati a visitare Maranello e Modena  è possibile acquistare il biglietto, con una riduzione sul costo complessivo, è anche disponibile un servizio navetta che collega i due siti.
Sono attive convenzioni con varie associazioni e club legati al mondo dell'auto, dello sport e del turismo, sul sito alla voce  servizi per il visitatore si trovano le informazioni necessarie.

Info utili

Sul sito nella sezione bigliettisono presenti le specifiche su  "come arrivare", noi siamo arrivati in auto con facilità, abbiamo trovato un comodo parcheggio gratutito a pochi passi dall'ingresso.
All'interno del museo è presente una caffetteria, in cui è possiblile anche pranzare  e un fornito  shop con i più disparati oggetti con il marchio.
il percorso è accessibile a disabili e passeggini.
Che altro dire, non sono appassionata di motori, ma ho un papà ferrarista da sempre, un marito e un figlio che apprezzano le auto, questa giornata è stata gradevole ed interessante, la consiglio a tutti.

domenica 10 febbraio 2019

domani andiamo a ...Paestum

domani andiamo a
Tempio di Atena - Pestum

Paestum, area archeologica

Durante le vacanze in Cilento  ci siamo regalati una serata al Parco Archeologico di Paestum, situato  nella piana del fiume Sele, tra Battipaglia (patria della mozzarella di bufala campana ) e Agropoli.
Domani andiamo a
Tempio di Atena - Pestum
Avendo appurato che nel periodo estivo il Parco archeologico rimane aperto fino alle 22, abbiamo optato per un arrivo in zona verso le 17.30, non per scattare le fotografie al tramonto, ma per evitare il momento più caldo della giornata.
La scelta si è rivelata saggia, la temperatura era ideale per passeggiare tra i templi e anche la luce era favolosa.
Domani andiamo a
Tempio di Nettuno
Camminando all'interno dell'area archeologica abbiamo appreso che la fondazione della città greca, Poseidonia, è avvenuta ad opera di coloni achei in fuga da Sibari, che hanno dato origine qui ad un presidio della Magna Grecia ai confini del mondo etrusco,  erigendo il tempio dedicato ad Atena, dea dell'artigianato e della Guerra, il primo tempio che abbiamo visto dopo aver costeggiato le antiche mura, il nostro cuore a questo punto è stato rapito da Paestum, ancora prima di conoscerlo fino in fondo.
Tempio di nettuno Paestum
Ovviamente questo era solo l'assaggio, la passeggiata nell'area archeologica è durata parecchio, oltre al tempio di Hera e al più imponente e meglio consevato tempio di Nettuno (forse consacrato al culto di Hera o a Zeus come testimoniato dala statuetta con barba e corona) si attraversano tutti i quartieri abittivi realizzati con le tipiche strutture delle città greche che i successivi domini Lucano prima e romano in seguito hanno in parte trasformato.

Domani andiamo a
Quartieri abittivi Paestum
domani andiamo a Il bello di muoversi tra le mura di quella che era la parte abitativa è la scoperta di alcuni dettagli di pavimentazione o selciati stradali che appaiono quasi improvvisamente qua e là che ti riportano indietro nel tempo.

biglietto

Nel prezzo del biglietto di accesso è compresa la visita al Museo Nazionale Archeologico di Paestum in cui sono conservati i reperti delle quattro stagioni cruciali della vita di Paestum, dalla preistoria alle civilizioni greca, lucana e romana, da suppellettili di uso comune, vasi di bronzo, ceramiche.
biglietti  sono acquistabili in loco, ci sono parecchie opzioni e riduzioni, nella sezione cosa fare del sito ufficiale è possibile trovare molte proposte interessanti, particolari eventi, proposte di ingresso agevolato, per esempio la prima domenica di ogni mese l'ingresso è gratuito.
Esiste anche un percorso per disabili.

chi può visitare Paestum

Questo sito è molto affascinante sia per chi lo affronta da semplice turista, anche i bambini vengono facilmente conquistati, sia per chi è appassionato di cultura classica o di storia, consiglio caldamente di inserirlo in gite, soggiorni, itinerari.
Consiglio anche di visitare il museo con il giusto tempo a disposizione, noi abbiamo erroneamente interpretato delle descrizioni che lo riguardavano relegandolo alla fine della serata, ma ci siamo pentiti di averlo visitato un po' di corsa.
Domani andiamo a

dettagli pratici 

Per quanto riguarda le informazioni pratiche:

  • la stazione ferroviaria non dista molto dal sito, la biglietteria è raggiungibile a piedi;
  • per chi, come noi, lo raggiunge in automobile ci sono  ampi parcheggi, a pagamento, semplici da raggiungere;
  • è presente una pulita ed organizzata area pic nic (di cui abbiamo usufruito per la cena) per chi volesse gestire i pasti in autonomia, in alternativa lungo la Via Magna Grecia sono presenti numerosi locali;
  • all'interno dell'area sono presenti servizi igienici molto puliti.
Per gli scettici aggiungo che è tutto ben gestito e ben organizzato.
Non ci sono più scuse, buona visita.

Domani andiamo a
Colonne del tempio di Nettuno













andiamo a ... saltare sui tappeti elastici

Bounce - Torino Settembre è iniziato, si possono ancora trascorrere all'aperto le giornate di bel tempo, ma è opportuno iniziare ...

post più popolari