domenica 8 dicembre 2019

Andiamo a ... Cesenatico

Cesenatico non solo mare

Porto canale all'imbrunire
Il porto canale all'imbrunire
Sono andata a Cesenatico lo scorso giugno per la prima volta, in 42 anni di vita e sono rimasta piacevolmente colpita da  quello che ho torvato a riprova che i pregiudizzi sono sempre da evitare come la peste, ma andiamo con ordine.
A giugno 2019 siamo stati in vacanza per circa 10 giorni sulla riviera Romagnola, durante il soggiorno abbiamo compiuto la visita alle Saline di Cervia, di cui ho raccontato qui. La visita guidata aveva inizio alla 17, guardando il percorso da fare per raggiungere il centro visite delle saline ci siamo accorti che Cesenatico era di strada, l'abbiamo quindi eletta a meta per la cena, scelta che si è rilevata azzeccatissima. 

Il porto canale di Cesenatico


Il porto canale Leonardiano
La case colorate di Cesenatico
Prima di partire per la gita ci siamo documentati un po' sulla destinazione abbiamo individuato il porto canale come la nostra meta ideale, non potevamo fare scelta migliore.
le navi del museo lungo il porto canelae
Antiche imbarcazioni
Lungo il canale che dal mare avrebbe dovuto raggiungere Cesena si trovano le case storiche della città, coloraate di brillanti colori pastello, si trovano moltissimi locali che animano questo luogo e lo rendono il cuore pulsante amato dagli abitanti e dai turisti.
Museo della Marineria
La presenza del Museo della Marineria con le barche d'epoca ancorate lungo il canale contribruisce a rendere magico il luogo, noi non siamo riusciti a visitarlo perchè siamo giunti in loco per ora di cena, ma ho letto recensioni stuzzichanti al riguardo.

i ponti alternativi di Cesenatico
Ponte mobile Mirko
Per passare da una sponda all'altra del canale ci sono due soli ponti, per agevolare le persone è quindi presente il ponte mobile Mirko, una chiatta che attraversa il canale all'altezza di piazza Ciceruacchio consentedo alle persone di abbreviare il proprio tragitto, è divertente da provare anche se non si ha l'impellente necessità. In questa zona è anche presente un monumento dedicato ad Anita e Giuseppe Garibaldi.


La piadina di Quinto Quarto
La paidina romagnola
Lo scopo della nostra visita era anche quello di trovare un luogo in cui cenare, l'emilia Romagna è famosa per la bontà della sua cucina, ma un figlio strappato per tutto il pomeriggio dai bagni in mare vuoleva essere ripagato scegliendo il menù della cena, ha optato per la piadina, così lo a abbiamo accontentato con gioia.
La scelta è andata su Quinto Quarto, un mix tra un fast food e la piadina della nonna, il luogo è carino, abbiamo potuto cenarte all'aperto lungo il canale e le piadine oltre ad essere farcite con abbinamenti non scontati, sono servite in coreografici padellini, insomma abbiamo scelto bene. Nel locale mi hanno sussurrato di una possibile apertura a Milano di un esercizio gemello, ma sul sito per ora non c'è traccia.
La necessità di conservare il cibo
Piazza delle conserve
Dopo la piada abbiamo proseguito l'esplorazione dei dintorni, abbiamo abbandonato il porto canale e ci siamo addentrati tra le case fino ad arrivare a Piazza delle Conserve, una sorta di ghiacchia/cantina collettiva e a cielo aperto in cui venirvano stratificati ghiaccio e pesce o altri cibi per la loro conservazione, in piazza si trovano grandi buchi circolari  aperti sulla sommità  e una a casetta e chiusa, due differenti tipologie di "cantine". Una curiosità simpatica a pochi pochi passi dal centro.

Cesenatico e Pantani 

il museo dedicato al Pirata
Spazio Pantani
Oltre al porto canale puntavamo a Spazio Pantani un piccolo museo dedicato a Marco Pantani, una raccolta di cimeli del celeberrimo ciclista, originario di Censenatico, che devolve in beneficenza gli introiti del biglietto, si trova vicino alla stazione ferroviaria, ma purtroppo l'oraio di chiusura alle 19 ci impedito di attuare il programma.
Cesentatico, Pantani sul lungo mare
Marco Pantani 
Ci siamo rifatti andando a salutare il Pirata, di cui mio marito è un appassionato estimatore, sul lungomare dove si trova una statua a lui dedicata.

Cesenatico in inverno


Antiche imbarcazioni al porto canale
Porto canale
Certo che raccontare di Cesentaco in pieno inverno può apparire come un idea bizzarra, ma basta buttare un occhio sul sito dell'ufficio turistico per accorgersi che in realtà le proposte per l'inverno non mancano, magari potrebbe essere una buona meta per chi ama andare controcorrente.
Oltre a quel poco che abbiamo avuto modo di vedere noi ci sia ancora molto, ovviamente le spiagge rendono questa zona un'ambita meta per le vacanze estive, ma io la terrei in considerazione anche per altri periodi dell'anno.



Nessun commento:

Posta un commento

GUARDA ANCHE

andiamo a ...Matera la città dei Sassi

Piazza San Pietro Caveoso Finalmente .... Matera Durante le ultime vacanze estive trascorse tra Basilicata e Calabria, siamo finalme...

GUARDA ANCHE