Quadri all'aperto, domani andiamo a...San Nicola Arcella

Siamo arrivati a San Nicola di Arcella per caso e, come spesso accade, è stata una bella sorpresa.

San Nicola Arcella (Cosenza)
passeggiando a San Nicola Arcella 

Quando siamo in vacanza al mare tendiamo a non frequentare una sola spiaggia , ma ci spostiamo nel raggio di qualche chilometro, siccome sovente scegliamo destinazioni con coste ricche di insenature le spiagge hanno differenti caratteristiche che rendono molto affascinante il nomadismo. Dal campo base di Maratea ci siamo spinti diverse volte in Calabria, ovvero oltre il fiume Noce e durante la ricerca della Spiaggia dell'Arco Magno alla quale, come ho spiegato nel post si accede da due differenti punti abbiamo adocchiato questo borgo. 


spiaggia di San Nicola Arcella
La spiaggia di San Nicola Arcella

San Nicola Arcella 

San Nicola Arcella, precedentemente denominato San Nicola dei greci deve il proprio nome in parte al santo a cui è intitolata la chiesa parrocchiale ovvero San Nicola da Tolentino, ed in parte alla storia della sua nascita. Arcella deriva infatti dal latino arx ovvero rocca, quella rocca in cui gli abitanti di Lavinium si rifugiarono sfuggendo alle precarie condizioni igieniche e dai continui attacchi dei Saraceni. 

la Chiesa di San Nicola 


San Nicola da Tolentino 

San Nicola da Tolentino invece deve il proprio nome al voto fatto dai propri genitori recatisi, su consiglio di un angelo, a Bari, in pellegrinaggio alla tomba di San Nicola di Mira o di Bari, per avere la grazia di un figlio. Grazia che ricevettero dando alla luce il piccolo Nicola che in giovane età entrò a far parte dell’Ordine degli Eremitani di Sant’Agostino dopo aver ascoltato una predica di un eremita agostiniano. Si narra inoltre che nell'arco della propria vita San Nicola diede diverse volte prova della propria fede e della propria arguzia, come nell'episodio del "ponte del diavolo di Tolentino”. 

Il podestà di Tolentino incaricò un mastro per la costruzione di un ponte, ma trovandosi in difficoltà l'uomo consultò una vecchia, la quale gli prestò un libro di magia nera da cui apprese una formula magica da recitare e che fece apparire un'ombra, il demonio. Il Diavolo chiese all'uomo, in cambio della costruzione del ponte, l'anima del primo essere vivente che lo avrebbe attraversato. In preda a un profondo rimorso per il patto stipulato, l'uomo si recò da San Nicola il quale si presentò con un cagnoli all'inaugurazione del ponte e  lo fece attraversare da un cane attirandolo con del cibo. Il diavolo percepita la presenza di un essere vivente catturò il cane, accorgendosi troppo tardi di essere stato beffato. 

Il borgo e i suoi dipinti 


u saracino sinapsi urbane
"U Saracinu" i predatori da cui scappare

San Nicola Arcella si trova in provincia di Cosenza, è un borgo arroccato sulla costa, noto anche per il belvedere da cui godere della vista sull'affascinante Riviera dei Cedri. E' una rinomata località turistica, il mare è molto bello, un'ottima caratteristica per il turismo estivo. Anche il centro storico del paese è un bel luogo da visitare, si snoda tra stradine ordinate che da un momento all'altro offrono un panorama mozzafiato. 


domani andiamo a ... san Nicola Arcella
San Nicola paese dipinto

Ad arricchire tutto ciò c'è un interessante progetto artistico chiamato Sinapsi Urbane, un percorso tra le vie del centro storico le cui tappe sono degli affreschi realizzati sui muri esterni delle case, progetto nato dall'idea Angelo Rago di narrare la storia di questa piccola parte di Magna Grecia. Quadri che raccontano la storia di San Nicola, le incursioni via mare, il lavoro dei campi, la ricerca della libertà insomma tutte quelle tappe che hanno reso questo borgo quello che vediamo. La storia dipinta sui muri alla portata di tutti, oltre a rendere caratteristiche e uniche le facciate delle abitazioni, invoglia a scoprire angoli di questo centro accompagnando il turista o l'avventore per vicoli e stradine coinvolgendo anche i più piccoli. La nostra visita si è svolta verso sera, dopo una giornata trascorsa nella spiaggia del paese, un buon momento per camminare serenamente assaporando la semplicità e la bellezza di questo luogo, tra un quadro ed uno scorcio panoramico abbiamo camminato godendoci un bel posto scoperto casualmente. Solitamente durante il mese di agosto si svolgono numerose manifestazioni ed eventi che rendono San Nicola una meta ancora più gradita ai turisti. Camminando qual e là abbiamo anche scorto stuzzicanti locali in cui fermarsi per un aperitivo o una cena, ma noi, una carovana di 9 persone con il sapore del sale ancora sulla pelle, abbiamo preferito far ritorno alla base.

u gualanu
"u gualanu" il capo della masseria coordina il lavoro 

Informazioni pratiche 

San Nicola Arcella si trova nel nord della Calabria, in provincia di Cosenza, in quel tratto di costa identificato come Riviera dei Cedri.

Per raggiungere San Nicola Arcella in auto occorre percorrere l'autostrada Salerno - Reggio Calabria arrivando da nord si deve scegliere l'uscita Lagonegro, arrivando da sud l'uscita da prendere è Falena. Se siete già lungo la costa occorre seguire la SS 18 Tirrena Inferiore e poi seguire le indicazioni, oppure per apprezzare il panorama della costa è possibile seguire la Sp1.  


arco in pietra san nicola
pietre e strade 
Sconsiglio ai camperisti di raggiungere la spiaggia di San Nicola con il proprio mezzo, sono presenti dei parcheggi, ma per raggiungerli occorre oltrepassare un arco naturale in pietra parecchio insidioso.

Per quanto riguarda la scoperta dei quadri all'aperto, sul sito del comune leggo ora che è possibile partecipare a visite guidate relative al percorso Sinapsi Urbane consiglierei dunque di consultare la pagina relativa sul sito del comune Sinapsi urbane visite guidate  





Commenti