Bolsena, domani andiamo a... scoprire il lago

Hai mai pensato di fare una vacanza al lago? A noi ogni tanto piace soggiornare al lago, il lago di Garda è uno dei luoghi del cuore in cui abbiamo trascorso belle vacanze, mentre i piccoli laghi del centro Italia si rivelati sono un'ottima risorsa per coniugare il relax alla visita di città e borghi. Lo scorso anno abbiamo scelto il lago di Bracciano come campo base per visitare Roma quest'anno abbiamo scelto di trascorrere gli ultimi giorni della vacanza di luglio al lago di Bolsena.

Bolsena
Il lago di Bolsena 

Vacanze sul lago di Bolsena

Il lago di Bolsena è un lago di origine vulcanica, con i suoi 113 km quadrati di estensione è il maggior lago vulcanico d' Europa, nel suo bacino si trovano anche due isole. La sua posizione, si trova nel Lazio ai confini con Umbria e Toscana,  lo rende molto appetibile come campo base per visitare molte località davvero interessanti nel viterbese e nelle due regioni vicine. Inoltre può essere scelto come vera e propria meta di vacanze, lungo le rive sono molti i tratti di spiaggia, per la sua origine vulcanica la sabbia e scura, quasi nera. Il lago di Bolsena è balneabile, la sua acqua è limpida, sovente viene scelto per le attività sportive che si possono praticare, vela, windsurf, canoa, pesca è ottimo anche per gli amanti del trekking e per gli appassionati di bird watching essendo circondato da boschi  Dall'elevato numero di ciclisti e cicloturisti incontrati lungo le strade direi che è anche un' ottima meta per gli amanti della bicicletta e della e-bike. Per chi predilige il turismo enogastronomico e gli eventi storici nel corso dell'anno, nei vari borghi sulle rive del lago, non mancano sagre e manifestazioni. 

sport al lago di Bolsena
Il lago, la pesca, la spiaggia


Cosa vedere al lago di Bolsena

Come dicevo la posizione del lago di Bolsena è particolarmente indicata come campo base per compiere diverse visite, durante il nostro soggiorno, durato 3 notti tappa del viaggio di ritorno da Ischia, siamo riusciti a visitare Orvieto, Bolsena e Civita di Bagnoregio, ma percorrendo le strade intorno al lago ho preso mille appunti su destinazioni interessanti come i i giardini di Bomarzo, Montefiascone la città del vino Est Est Est, Villa LanteVitorchiano, insomma se tornassi avrei l'imbarazzo della scelta.

Verso Orvieto
Andando ad Orvieto da Bolsena


Il borgo di Bolsena

Bolsena è un borgo in pietra tufacea che colpisce per la sua colorazione oro e grigio, il borgo in parte medievale e in parte rinascimentale è ben conservato, percorrendo le vie del centro, che sono per lo più scalinate, si ha modo di scoprire scorci e angolini caratteristici e panoramici che rendono estremamente piacevole raggiungere la Rocca Monaldeschi al vertice del pendio. 

salendo alla rocca di Bolsena
Le vie di Bolsena

 Il castello di Bolsena svetta sulle paese arroccato ai suoi piedi, eretto tra il tredicesimo e quattordicesimo secolo d.c., nel tempo ha subito molti interventi, la sua forma attuale la si deve alle opere volute dal podestà Ermanno Monaldeschi. Essendo in posizione apicale rispetto al borgo, dalla rocca si gode di un ottimo panorama ancor più se si sceglie di compiere la passeggiata sulle mura del castello, l'esperienza è a prova di vertigini, dopo aver superato con qualche brontolio da parte mia, dato dalla paura del vuoto, la scala a chiocciola che consente di raggiungere il camminamento di ronda, posso garantire che ci si gode di un ottimo panorama su tutto il lago. All'interno della rocca  è possibile visitare il Museo territoriale del lago di Bolsena. 

rocca Monaldeschi
Sulle mura della rocca

Camminando per le vie del centro ci si imbatte nella celebre fontana di San Rocco, la leggenda narra che il Santo passando per Bolsena si fermò a bere alla fontana e bagnò con l'acqua una ferita che guarì all'istante, da allora la fontana di San Rocco è celebrata ogni anno il 16 agosto. Bolsena è stata teatro di un altro miracolo, quello che ha dato origine alla celebrazione del Corpus Domini. Nel 1263 un sacerdote in pellegrinaggio, in venerazione della tomba di martire Cristina chiedendo alla santa di intercedere presso Dio per rafforzare la propria fede vacillante, decise di celebrare l'eucarestia, al momento della consacrazione sollevando l'ostia secondo il rituale, vide che questa stillava sangue a testimonianza della presenza del corpo di Cristo. Il prete sconcertato, ma contento si recò ad Orvieto dove si trovava in soggiorno il Papa Urbano per raccontare l'accaduto e chiedere l'assoluzione, da questo episodio nacque la celebrazione del Corpus Domini. Bolsena è anche una tappa del cammino della via Francigena, la via dei pellegrini che dall'Inghilterra raggiungevano Roma a piedi, durante la nostra passeggiata nel centro di Bolsena abbiamo incontrato un gruppetto di viandanti con lo zaino in spalla impegnati nel cammino.

Dove soggiornare al lago di Bolsena

Da amanti del campeggio per il nostro soggiorno al lago abbiamo scelto il Blu international camping affittando per 3 notti una "lodge safari air tent" una piccola tenda arredata come un appartamento. Il campeggio è un tranquillo camping di lago tra ulivi e tigli, dotato di piscina e con accesso diretto alla spiaggia. Lo abbiamo scelto perchè consono alle nostre esigenze, comodo per gli spostamenti, ma non è l'unico e non è l'unica tipologia di soggiorno possibile, sono presenti parecchi Hotel, appartamenti in affitto e bed and breakfast.

camping blu international Bolsena
Aperitivo sulla spiaggia del campeggio

Informazioni pratiche 

Il lago di Bolsena si trova nel Lazio in provincia di Viterbo, dista 20 km da Orvieto e 130 da Roma e 90 km da Orbetello, sulla costa toscana. 

L'ingesso per salire sulle mura della rocca Monaldeschi costa 2 € a persona, mentre la visita la museo costa 5 € il castello è aperto tuti i giorni, con lievi variazioni sull'orario a seconda del periodo, per conoscere gli orari precisi è possibile consultare questo sito orari rocca Bolsena.

Sul sito www.simulabo.it è possibile conoscere tutti i siti museali che fanno parte del sistema museale del lago di Bolsena e trovare le istruzioni per avere la tessera che da diritto agli sconti per le visite. 

a prova di vertigine
La testimonianza che sono davvero salita sulle mura del castello













Commenti